Gli alimenti a zero calorie fanno dimagrire? Risponde il nutrizionista

Gli alimenti a zero calorie fanno dimagrire? Risponde il nutrizionista

Alimenti a zero calorie fanno bene o male? Risponde il nutrizionista

Hai intenzione di introdurre gli alimenti a zero calorie nella tua dieta ma vorresti qualche informazione in più? Hai letto che gli alimenti a zero calorie fanno dimagrire ma ti piacerebbe capire qual è l’opinione del nutrizionista? O sei semplicemente curioso di sapere se effettivamente gli alimenti a zero calorie che trovi in commercio fanno dimagrire?

Ecco un articolo che ti spiegherà tutto sugli alimenti a zero calorie!
Fermati a leggere questo articolo che, come nutrizionista a Torino, ho pensato di scrivere per rispondere a tutte le persone che si pongo questa domanda. Infatti, uno dei quesiti che i pazienti in pongono in visita è se gli alimenti a zero calorie fanno dimagrire. La risposta è netta: assolutamente no.

Se ti interessa scoprire perché gli alimenti a zero calorie non sono indicati in una dieta dimagrante, ti consiglio di proseguire nella lettura! Vedremo insieme che per dimagrire bisogna creare un deficit calorico, quindi, introdurre meno calorie di quelle che si consumano, e con le bevande a zero calorie non stai aiutando né danneggiando questo processo.

Ma vediamo insieme tutti i passaggi.

Buona lettura!

Inizia un nuovo percorso alimentare

Bevande a zero calorie: perché non fanno dimagrire secondo il nutrizionista

Come ti ho sopra accennato, una delle questioni più dibattute nel campo della nutrizione riguarda l’assunzione delle bevande a zero calorie.

Tanti pazienti mi chiedono se possono assumerle visto che non hanno calorie. Adesso ti spiego perché non consiglio mai di bere bevande a zero calorie.

Partiamo dal precisare un paio di considerazioni.

In un contesto moderato di assunzione di bevande a zero calorie, ipotizzando un consumo di 1, 5 litri a settimana, se le bevande a zero calorie sono un’alternativa alle bevande con zucchero, è chiaro che quelle a zero calorie sono da preferire, in quanto con esse eviti le calorie di quelle con zucchero.

Tuttavia, se una bevanda è dolce, nel senso che contiene zucchero o dolcificanti, che sono comunque sostanze chimiche create in laboratorio, sicuramente, se stai seguendo un percorso di dimagrimento o comunque desideri mantenerti in forma ed in salute, il mio consiglio è quello di evitarle.

Non soltanto non ti aiutano nel tuo percorso di riduzione di apporto calorico ma, nel lungo periodo, il consumo di bevande a zero calorie contenenti comunque edulcoranti, potrebbe determinare degli effetti indesiderati come ad esempio effetti lassativi.

Inoltre, se è vero che con le bevande a zero calorie non stai introducendo calorie, è altrettanto vero che, paragonate all’acqua e alle sue proprietà, queste bevande non sono affatto da privilegiare.

Quindi, in conclusione, se hai deciso di dimagrire, evita il consumo di bevande a zero zuccheri.

Il mio consiglio per rimanere in buona salute è di fare un uso occasionale e limitato di queste bevande e preferire sempre l’acqua che è l’unica bevanda che disseta.

In un percorso di dimagrimento sono tanti gli accorgimenti che potrai introdurre per raggiungere il tuo obiettivo con maggiore efficacia e, come nutrizionista che si occupa da tempo di aiutare le persone a rimanere in forma, posso supportarti a introdurre le abitudini alimentari più giuste.

Per questo motivo se hai preso la decisione di dimagrire, ti consiglio di rivolgerti ad un nutrizionista con il quale impostare insieme il tuo percorso personalizzato.

Se desideri una consulenza nutrizionale, contattami compilando il form qui sotto. Insieme troveremo la strada per dimagrire e raggiungere la forma fisica che desideri.

Prenota una Visita dal Nutrizionista

Prenota la tua prima visita o richiedi un appuntamento!

Email: info@riccardotudisco.it

Tel: 3517148731

    * dati obbligatori

    Questo sito è protetto da reCAPTCHA di Google, al quale si applicano la Privacy Policy ed i Termini di Servizio relativi.

    5-consigli-per-dimagrire-i-suggerimenti-del-nutrizionistaolio-di-oliva-e-olio-di-cocco-quali-sono-le-differenze